Sterlina d’oro Regina Elisabetta II: Quotazioni e Catalogo

Sterlina Oro Regina Elisabetta II
PesoTitoloDiametroSpessore
7,9880.91622,05 mm1,5 mm
Quotazione Compra
Quotazione vendi

La Sterlina Oro Regina Elisabetta II, attuale sovrana del Regno Unito è ovviamente la serie di cui oggi c’è maggiore disponibilità sul mercato. Scopriamo tutte le tipologie delle sterline oro Elisabetta II disponibili sul mercato.

Sterlina d’oro Regina Elisabetta II: Catalogo delle Tipologie

AnniDrittoVersoTipo
1957-19681° RitrattoSan GiorgioFiocco »
1974-19842° RitrattoSan GiorgioCoroncina »
1985-19973° RitrattoSan GiorgioCoronata Anziana »
1989Elisabetta in TronoStemma TudorMonarca in Trono »
1998-20154° RitrattoSan Giorgio Diadema »
var. 20024° RitrattoScudo CoronatoGiubileo 2002 »
var. 20054° RitrattoNuovo San GiorgioNuovo San Giorgio »
var. 20124° RitrattoSan Giorgio GiubileoGiubileo 2012 »
2016-OGGI5° RitrattoSan GiorgioDiadema di Stato »
var. 2016Ritratto J. BulterSan Giorgio90° Compleanno »
var. 20175° RitrattoP. Scudo / Giarrettiera200° Anniversario »
var. 20185° RitrattoP. Corona65° del Regno »

Nel nostro ecommerce sono presenti molte delle Sterline di Elisabetta II descritte nell’articolo se vuoi puoi trovarle tutte qui

Sterline Oro Regina Elisabetta II dal 1957 ad Oggi

Come da tradizione anche tutte le edizioni della Sterlina d’oro coniate sotto il regno di Elisabetta II riportano sul dritto il suo ritratto in quanto Regina d’Inghilterra. Salì al trono a soli 26 anni nel 1952 quando morì suo padre re Giorgio VI. L’attuale sovrana del Regno Unito, è al momento la più longeva della storia inglese. Nel 2016 ha festeggiato il suo 90° compleanno.

Ad oggi il suo ritratto riportato sulle sterline d’oro è stato aggiornato ben 4 volte dalla prima edizione coniata nel 1957, quindi ne esistono 5 versioni. Precedentemente la regina più longeva fu Vittoria del Regno Unito, che fu ritratta in 3 versioni differenti sulle sterline d’oro.

Sterlina Oro Elisabetta II: Peso e Caratteristiche

Come tutte le Sovrane anche le sterline d’oro della regina Elisabetta II hanno le seguenti caratteristiche:

TitoloDiametroSpessorePeso
0.91622,05 mm1,5 mm7,988

Queste caratteristiche sono le stesse dal 1817, quando la sterlina d’oro tornò ad essere coniata. L’anno precedente la legge chiamata “Great Recoinage“, traducibile in “Grande Riconiazione” definì caratteristiche e peso di ogni sterlina d’oro.

Quotazione Sterlina Oro Elisabetta II

La quotazione della sterlina oro di Elisabetta II di base corrisponde al valore intrinseco dell’oro contenuto. Generalmente tutti gli operatori professionali in oro la acquistano con spread molto contenuti che che possono arrivare anche ad un minimo del 2% dalla quotazione di borsa del momento.

Ovviamente essendo questo il nostro settore specifico parliamo di sterline da investimento e non di monete numismatiche per le quali il discorso ovviamente cambia e per cui è meglio rivolgersi alle numismatiche specializzate.

Le quotazioni mostrate in cima all’articolo rappresentano rispettivamente i nostri migliori prezzi di acquisto ed ii nostri migliori prezzi di vendita delle sterline della regina Elisabetta II.

Scorrendo nell’articolo sopra ad ogni tipologia sarà visibile, se disponibile in e-commerce, anche la relativa quotazione di vendita specifica.

Tutte le Sterline della Regina Elisabetta II nel settore vengono anche dette di “nuovo conio” e non è insolito che alcuni operatori le quotino maggiormente rispetto a quelle di vecchio conio. Si presume”  infatti che queste abbiano circolato meno e quindi non abbiano avuto eventuali cali di peso.

Noi, come la maggior parte degli operatori del settore, ci limitiamo ad applicare la regola del buon senso, quando acquistiamo o vendiamo controlliamo sempre il peso effettivo della moneta. Le differenziazioni di prezzo delle varie tipologie sono dovute più che altro a parametri di disponibilità/ richiesta.

Vediamo ora nel dettaglio tutte le edizioni della Sterlina d’oro di Elisabetta II che si differenziano non solo nel susseguirsi dei 5 ritratti ma anche in diverse varianti che andremo a scoprire nell’articolo.

1° Ritratto (di Mary Gillick) – Sterlina Oro Regina Elisabetta II “Fiocco”

Sterlina Oro Regina Elisabetta - Fiocco
Elisabetta II | Sterlina d’oro Fiocco | 1957-1968
AnniZeccaNoteRarità
1953 P (1)L.Solo ProofR6
1957-1968 (2)L.BullionC/NC
» 1957 P (3)L.ProofR7
»1958 P /S (3)LProofR4/R5
» 1959 P/S(3)LProofR6/R5
1960/61Nessun Esemplare Rilasciato
» 1963 P /MP (3)LProofR4/R7
» 1965 P (3)ProofR5

Nel 1957 la sterlina d’oro tornò in circolazione e fra le sterline d’oro Elisabetta II quella definita “Sterlina d’oro Fiocco” è la prima edizione in versione bullion. La Royal Mint la produsse dal 1957 al 1968.

DRITTO:
Sul fronte della sovrana troviamo il primo ritratto di Elisabetta II, opera della Scultrice Mary Gillick. La giovane Regina è rappresentata in un’aura classicheggiante. Linee morbide e forme proporzionate restituiscono una composizione equilibrata e armoniosa. A rifinire il tutto la corona d’alloro ed il delizioso fiocchetto alla base dell’acconciatura da cui la serie ha preso il nome.

ROVESCIO:
Sul rovescio è disegnato lo storico disegno dell’italiano Benedetto Pistrucci, che raffigura San Giorgio che combatte a cavallo contro il drago.

NOTE:
Come riscontrabile anche dalla tabella sopra riportata (prendendo a riferimento solo le monete bullion), nessuna annata di questa edizione può essere definita rara . Le Sterline d’oro Fiocco non hanno alcuna plusvalenza numismatica, per questo possono essere acquistate con spread piuttosto accessibili e vendute prendendo a riferimento il valore di borsa.

  1. Nel 1953, anno in cui avvenne la cerimonia d’incoronazione, furono prodotte pochissime sterline, proprio per celebrare l’evento, ma non furono distribuite nemmeno ai collezionisti. Per questo il 1953 generalmente non viene mai citato come anno di produzione, in realtà queste monete sono rarissime se non introvabili;
  2. La sola edizione del 1957 ha la particolarità di avere il bordo con righe più vicine rispetto alle edizioni successive. Questa annata insieme a quella del 1959 sono classificate NC (non comuni), ovvero leggermente meno reperibili rispetto alle altre bullion della serie classificate C (comuni).
  3. Edizioni classificate rarissime, valutate tra le 12.500/13.500 £ dal catalogo SPINK.

Negli anni 1960 e 1961 non furono prodotte sterline d’oro, come anche dal 1969 al 1973.

2° Ritratto (di Arnold Machin) – Edizione “Coroncina” o “Coronata Giovane”

Sterlina d'Oro Coroncina
Elisabetta II | Sterlina d’oro Coroncina | 1974-1984
AnniZeccaNoteRarità
1974 – 1982R.M.BullionC
1976 Vip P (1)R.M.ProofR7
1979 – 82 (2)R.M.ProofNC
1983/84 (2)R.M.Solo ProofNC

La seconda versione delle sterline d’oro Elisabetta II è chiamata “Sterlina d’oro Coroncina” oppure “Coronata giovane“. La Royal Mint la produsse  dal 1974 al 1984, sebbene la coniazione delle sterline d’oro in versione bullion fu interrotta nuovamente dal 1982. Le ultime 2 annate (1983 e 1984) vennero prodotte solo sterline proof.

Sul dritto della moneta questa volta vi è il 2° Ritratto della Regina Elisabetta II di Arnold Machin . La sua opera fu il frutto di numerosi studi su diverse fotografie della Regina e ad alcune sedute dal vivo. Del precedente ritratto ritroviamo la freschezza e l’informalità, mentre l’esaltazione dei lineamenti delicati della Regina ed il drappeggio leggermente scivolato sulle spalle, aggiungono un’inedita nota di sensualità . Qui Machin scelse di raffigurare la Regina con il diadema indossato in occasione delle sue nozze e non con la corona ufficiale che invece appare, conferendo un tono più istituzionale, nella versione realizzata per la famosa serie di francobolli che gli furono commissionati successivamente dal comitato addetto della Royal Mint. Grazie a questa commissione il ritratto di Machin con 320 milioni di stampe, è ad oggi una delle opere d’arte più riprodotte al mondo.

DRITTO:
2° Ritratto opera il Arnold Machin.

ROVESCIO:
Sul rovescio troviamo lo storico disegno di San Giorgio che uccide il drago, opera dell’italiano Benedetto Pistrucci.

NOTE:

  1. Rarissima l’edizione Vip Proof 1976 di cui non si conosce la tiratura, e spesso nemmeno citata nei cataloghi.
  2. Edizioni Proof quotate tra le 350/400 £ (catalogo Spink).

Come riportato nella tabella, tutte le edizioni bullion di questa moneta non hanno valore numismatico, mentre il discorso cambia per le edizioni proof che hanno un grado di rarità da R a R2 (raro o molto raro).

3° Ritratto (di Raphael Maklouf) – Edizione “Coronata Anziana” Proof

Sterlina d'oro Coronata Anziana
Elisabetta II | Sterlina d’oro Coronata Anziana | 1985-1995
NON DISPONIBILE
AnniZeccaNoteRarità
1985 – 1997 PR.M.Solo ProofNC
» 1989Vedi Emissione Speciale

La produzione delle sterline d’oro Elisabetta II  è stata interrotta nel 1982 e riprese solo nel 2000. La versione chiamata “Coronata Anziana” è stata coniata dal 1985 al 1997 solo in versione proof. Non esistono infatti versioni bullion di questa moneta d’oro.

Dritto:
L’autore del terzo ritratto dell’attuale Regina d’Inghilterra è Raphael Maklouf il famoso scultore proprietario della The Tower Mint oggi divenuta una delle Zecche private più importanti del Regno Unito, ultima con sede a Londra. Il suo ritratto fu accusato dai detrattori di essere poco veritiero in quanto la Regina, allora quasi 60enne vi appare evidentemente più giovane. Lo scultore controbattè che il suo intento non era tanto quello di lusingare la sovrana, ma piuttosto quello di restituire un’immagine di bellezza e regalità universale e quindi senza età. La corona scelta per il ritratto, anche qui non è quella ufficiale ma il diadema di stato che poi ritroveremo anche nell’ultima edizione di Jody Clark.

Rovescio:
Anche in questa edizione sul retro della moneta ritroviamo l’opera di Pistrucci, San Giorgio ed il Drago.

Note:
Tutti gli esemplari di questa serie, essendo stati prodotti esclusivamente in edizione “proof” (ovvero per il mercato dei collezionisti con basse tirature), sono difficilmente reperibili attraverso i canali dell’investimento. Queste monete sono trattate generalmente dai negozi specializzati in numismatica il loro prezzo viene definito non solo in base al loro valore intrinseco, ma anche in base a una discreta plusvalenza numismatica (quotazione tra le 400/500 £ – catalogo Spink ).

 

Edizione Speciale 1989 “Monarca in Trono” Proof

Sterlina d'oro Monarca in Trono
Elisabetta II | Sterlina d’oro Monarca in trono | 1989
NON DISPONIBILE
AnniZeccaNoteRarità
1989 PR.M.Solo ProofS

Nell’anno 1989 venne prodotta, al posto della Coronata Anziana, una sterlina d’oro del tutto diversa. Infatti in quell’anno si celebrò il 500° anniversario della prima sterlina d’oro, che fu coniata nel 1489 sotto il regno di Enrico VI di casa Tudor. La moneta opera di Bernard Sindall, famoso scultore, si ispira proprio a quella prima versione. Molto ricercata dai collezionisti in quanto è l’unica ad avere cambiamenti in entrambe le facciate e la prima edizione a sostituire l’opera del Pistrucci dal 1887.

Dritto:
Sul dritto è rappresentata la Regina Elisabetta II seduta in trono. Nelle mani impugna due scettri, quello del re e quello dell’equità e della misericordia simboli rispettivamente del potere temporale e spirituale. Leggenda in carattere medioevale.

Rovescio:
Sul rovescio, invece della classica rappresentazione di San Giorgio ed il drago, ritroviamo lo scudo reale sovrapposto alla doppia rosa simbolo della famiglia Tudor, prima dinastia Reale Britannica. In circolo la menzione 1489-1989 sempre in carattere medioevale come la versione originale

Note:
La moneta proprio come tutte quelle coniate nell’intervallo tra il 1985 e 1995 fu prodotta esclusivamente in edizione Proof con tiratura molto limitata. Molto ricercata, il suo valore è ben sopra il prezzo dell’oro se conservata corredata di cofanetto e certificato di garanzia originali (quotazione Spink £ 1500,00).

4° Ritratto (di Rank- Broadley) – Edizioni “Diadema”

Sterlina Oro regina Elisabetta - Diadema
Elisabetta II | Sterlina d’oro Diadema | 1998-2015
AnniZeccaNoteRarità
1998 – 2000R.M.Solo ProofNC
2000 – 2008 (1)R.M.Bullion e Proof – 1° Rovescio*NC
» 2002R.M.Vedi Edizione SpecialeNC
» 2005R.M.Vedi Edizione SpecialeNC
2009 – 2015R.M.Bullion e Proof – 2° Rovescio*NC
» 2012RMVedi Edizione SpecialeNC
+ 2013 (2)IStampe Indiane
+ 2015 (3)RMEdizioni Jody Clark.NC

Nel 1998 nacque il quarto ritratto della Regina Elisabetta II, ad opera dello scultore inglese Ian Rank- Broadley. Le sterline d’oro Elisabetta II dal 1998 al 2015 vengono definite “Diadema” proprio per via del gioiello posto sulla testa della sovrana, che come nell’edizione di Machin, non è la corona ufficiale di stato ma il diadema utilizzato per le nozze.

Dritto:
Rispetto al suo predecessore Broadley rappresenta la Regina in maniera molto più realistica e meno idealizzata. L’eleganza della sovrana però non ne risente, ma anzi acquisisce in un certo senso autorevolezza e imponenza anche grazie allo stratagemma di aumentarne al massimo le dimensioni all’interno della composizione.

Rovescio:
Sul rovescio invece ritroviamo la classica rappresentazione di Pistrucci anche se, a differenza delle precedenti edizioni viste fino ad ora, questo non sarà l’unico rovescio a cui sarà accoppiato il 4° ritratto.

Note:

  1. Nel 2000 la Royal Mint riprese la produzione di sterline d’oro bullion senza mai più interromperla, dunque dal 2000 al 2015 sono presenti sterline d’oro Elisabetta II Diadema in versione bullion, mentre nel 1998 e nel 1999 vi erano solo quelle fondo a specchio (o proof).
  2. Dall’anno 2013 la Royal Mint, per andare incontro alla crescente richiesta del mercato indiano, ha concesso in esclusiva alla zecca MMTC PAMP di New Delhi la licenza per produrre le sterline d’oro. Tutti gli esemplari prodotti sono punzonati con gli stampi originali appartenuti all’antico distaccamento della zecca di Londra proprio in india e risalenti ai primi del ‘900. I nuovi conii, proprio come gli antichi esemplari, sono contraddistinti dalla lettera “I” impressa alla base dell’opera di Pistrucci.
  3. Nel 2015 furono prodotte due diverse tipologie di Sterline. La classica con il ritratto di Rank Broadley ed una seconda dove appare per la prima volta il 5° Ritratto di Jody Clark che dal 2016 sostituirà quello di Broadley.
  • (*) Dal 2009 venne utilizzata una versione leggermente diversa di San Giorgio ed il Drago. Basata sempre sul design originale del 1820, ma con una piccola modifica ovvero la rimozione della bandierina dall’elmo. Questa versione fu utilizzata anche in alcune edizioni dei precedenti sovrani ed è in uso ancora oggi sugli esemplari della nuova serie del 5° Ritratto.

Tutti gli esemplari di questa serie non hanno un valore numismatico particolare, ma generalmente sono in vendita con spread superiori alla norma più che altro in base a criteri di offerta e domanda.

Edizione 2002 “Scudo Coronato”

Sterlina Oro 2002 Scudo Coronato
Elisabetta II | Sterlina d’Oro Scudo Coronato | 2002
AnniZeccaNoteRarità
2002R.M.Buollion e ProofNC

Il 2002 fu l’anno del Giubileo d’Oro della Regina Elisabetta II ovvero l’anniversario del 50° anno di trono. In occasione di questa ricorrenza la Royal Mint decise di creare un retro speciale per la sterlina d’oro. Si scelse di rifarsi al precedente Giubileo d’Oro festeggiato dalla Regina Vittoria nel 1887. Quell’anno furono emesse tre diverse tipologie di sterline tra le quali una riportante lo scudo coronato sul retro. Quello stesso disegno fu aggiornato e reinterpretato da Timothy Noad (designer e calligrafico) per l’occasione.

Dritto:
Sul dritto troviamo il 4° ritratto della Regina Elisabetta II di Rank Broadley.

Rovescio:
Nel rovescio invece l’opera di Noad rappresenta lo scudo coronato del Royal Arms circondato da una corona di alloro. L’opera è ispirata allo scudo coronato riportato su diverse edizioni delle sterline della Regina Vittoria ed utilizzato per l’ultima volta proprio in occasione del suo giubileo nel 1887.

Note:
Questa tipologia è stata emessa sia in edizione bullion che proof, entrambe sono considerate rare e molto ricercate dai collezionisti, soprattutto in edizione proof.

 

Edizione 2005 “Nuovo san Giorgio”

Sterlina 2005 Nuovo San Giorgio
Elisabetta II | Sterlina d’Oro Nuovo S. Giorgio | 2005
NON DISPONIBILE
AnniZeccaNoteRarità
2005R.M.Bullion e ProofNC

Nel 2005 la Royal Mint affidò di nuovo a Noad la creazione di un nuovo design per il retro della sterlina. L’artista reinterpretò il tema classico del San Giorgio ed il drago creando un’opera moderna e dinamica.

Dritto:
Anche qui ritroviamo il 4° ritratto della Regina Elisabetta II di Rank Broadley.

Rovescio:
Nel rovescio il Nuovo San Giorgio creato da Timothy Noad. Una reinterpretazione in chiave moderna dell’opera classica del Pistrucci.

Note:
Emissioni Bullion e Proof entrambe rare. Come tutte le edizioni con varianti anche queste sono molto ricercate dai collezionisti (Quotazione Spink £. 330,00 bullion – £ 450,00 proof)

Edizione 2012 “Giubileo Diamante”

Sterlina 2012 Giubileo Diamante
Elisabetta II | Sterlina d’Oro Giubileo Diamante | 2012
AnniZeccaNoteRarità
2012R.M.Bullion e ProofNC

Anche nel 2012, in occasione del Giubileo Diamante (ovvero i 60 anni di regno della Regina Elisabetta II), la Royal Mint decise di variare nuovamente il retro della sterlina. Fu indetto un concorso per interpretare nuovamente il tema di San Giorgio ed il Drago e tra le opere presentate fu scelta quella dello scultore britannico Paul J. Day. L’artista scelse di rappresentare il tema con uno stile che rievoca il mondo medioevale.

Dritto:
Ritroviamo il 4° ritratto della Regina Elisabetta II di Rank Broadley.

Rovescio:
Nel rovescio l’opera di Paul J. Day.

Note:
Emissioni Bullion e Proof entrambe rare. Come tutte le edizioni con varianti anche queste sono molto ricercate dai collezionisti (quotazioni Spink: Bullion £. 330,00 – Proof £.1000)

.

5° Ritratto (di Jody Clark) – Sterline d’oro dal 2016 ad oggi

sterlina oro 2016 5° Ritratto
Elisabetta II | Sterlina d’Oro 5° Ritratto | dal 2016
AnniZeccaNoteRarità
2015R.M.Buollion e ProofNC
2016 – OggiRMBullion e ProofNC
» 2016R.M.Emissione Speciale solo ProofNC
» 2017R.M.Vedi Emissioni SpecialiNC
» 2018R.M.Emissioni Speciali solo Proof
+ 2019R.M.Matt Proof e Piedfort

L’ultimo aggiornamento del ritratto di Elisabetta II ha visto la luce nel 2015. La Royal Mint decise di indire un concorso su invito tra diversi artisti che presentarono i loro elaborati in forma anonima.

Tra questi fu scelta l’opera del designer Jody Clark, giovanissimo designer dipendente della Royal Mint che già in passato si era contraddistinto per aver creato design interessanti come ad esempio quello per il Britannia del 2014.

Il suo ritratto è a tutti gli effetti figlio della modernità. L’artista infatti lo ha creato direttamente in digitale avvalendosi anche di diverse fotografie ricercate in rete e senza sessioni dal vivo. L’immagine restituita da Clark incarna perfettamente quella della  Elisabetta II a cui siamo abituati oggi, meno austera e più solare.

Seppur utilizzato ufficialmente dal 2016, il quinto ritratto della regina Elisabetta II è stato pubblicato la prima volta nel 2015.

Dritto:
5° ritratto della Regina Elisabetta II di Jody Clark.

Rovescio:
L’intramontabile San Giorgio ed il drago del Pistrucci.

Note:
Queste monete in edizione bullion sono rivendute generalmente con spread mediamente più alti rispetto ad esempio alle edizioni fiocco e coroncina in quanto spesso è possibile trovarle ancora in fior di conio.

Per quanto riguarda le edizioni proof e le emissioni particolari possiamo notare come negli ultimi anni la Royal Mint, (conscia del crescente interesse verso il mondo della numismatica) abbia incrementato notevolmente (forse anche esageratamente) il numero delle edizioni di pregio.

Sterlina d’Oro Edizione 2016 Proof – 90° Compleanno Elisabetta II

sterlina oro 90° Compleanno Elisabetta II
Sterlina oro 2016 Proof – 90° Compleanno Elisabetta II
NON DISPONIBILE
AnniZeccaNoteRarità
2016R.M.Solo ProofNC

il 2016 è stato l’anno del 90° compleanno della Regina Elisabetta II, a differenza degli eventi precedenti, in cui si decise di creare una variante del retro della sterlina d’oro, in questo caso la Royal Mint scelse di far creare un ritratto celebrativo, in passato il ritratto venne sostituito solamente per l’edizione del 1989. Il nuovo ritratto fu commissionato a James Butler famoso scultore britannico che aderì con entusiasmo all’iniziativa.

Dritto:
Ritratto Celebrativo di James Butler.

Rovescio:
Classico San Giorgio ed il drago di Pistrucci.

Note:
La moneta emessa solo in edizione Proof è certamente un esemplare ricercato rivenduto ben al di sopra del valore dell’oro contenuto (quotazione Spink £. 750,00)

Sterlina d’Oro 2017- 200° Anniversario della Coniazione

Sterlina oro 2017
Sterlina Oro 2017 – Versioni Bullion e Proof
AnniZeccaNoteRarità
2017R.M.Bullion
2017R.M.ProofNC
2017R.M.Proof con bordo liscioR
2017R.M.Proof PiedfortR

Il 2017 è stato un anno celebrativo per la sterlina d’oro in quanto ha compiuto 200 anni dalla “Grande Riconiazione”, ossia dal 1817, quando sul trono di Londra sedeva Re Giorgio III. La Royal Mint ha voluto celebrare la ricorrenza creando due tipi di sterline.

La sterlina versione Bullion si differenzia dalle edizioni ordinarie semplicemente per la presenza di una punzonatura a fianco della data rappresentante uno scudo crociato sormontato dal numero 200.

Le edizioni Proof e BU riservate ai collezionisti invece sono molto più particolari. Nel retro infatti, al posto della usuale versione di San Giorgio ed il drago, troviamo la versione originale creata dal Pistrucci che possiamo vedere solo nella prima edizione delle sterline dopo il Great Reconiage ovvero quella di Giorgio III. Nelle edizioni successive infatti l’opera venne modificata come la conosciamo oggi.

Dritto:
Ritroviamo il 5° ritratto della Regina Elisabetta II di Jody Clark.

Rovescio:
Bullion: San giorgio ed il drago con punzone commemorativo del 200° anniversario di coniazione
Proof: San Giorgio ed il drago versione originale di Pistrucci del 1817

Note:
Edizioni stampate in tiratura limitata, indirizzate ad un pubblico di collezionisti quindi rivendute a prezzi notevolmente più alti rispetto al valore dell’oro.

Sterlina d’Oro 2018 Edizioni Proof – 65° Anniversario del Regno di Elisabetta II

Sterline 2018 - 65° del Regno
Sterline 2018 Proof e BU – 65° del Regno di Elisabetta II
NON DISPONIBILE
AnniZeccaNoteRarità
2018R.M.Proof
2018R.M.Proof Piedfort

Nel 2018 la Regina Elisabetta II ha celebrato 65 anni di regno, il più lungo della storia britannica. Anche questa volta, per l’occasione, la Royal Mint ha coniato delle edizioni celebrative della sterlina ma solo in versione proof. Le monete in questione si contraddistinguono per la speciale punzonatura a forma di corona presente di fianco alla data (in esergo).

Dritto:
5° ritratto della Regina Elisabetta II di Jody Clark.

Rovescio:
San giorgio ed il drago con punzone speciale del 65° anno di regno.

Note:
Edizioni stampate in tiratura limitata indirizzate ad un pubblico di collezionisti quindi rivendute a prezzi notevolmente più alti rispetto al valore dell’oro.

Fonti:

Online:
https://sterline.collectorsonline.org/
https://www.chards.co.uk/blog/a/sovereign
https://blog.royalmint.com/

Libri:
The Gold Sovereign (di Michael A Marsh).
Coins of England & The United Kingdom (2019).
Le Sterline d’oro di Emilio Tevere.

Questo articolo è stato realizzato interamente dal nostro staff, consultando le fonti citate e rielaborandone i dati secondo quanto ritenuto più corretto, saremo felici se vorrete utilizzare i nostri contenuti per le vostre ricerche ma solo se ne citerete la fonte, proprio come abbiamo fatto noi.

Saranno ben accetti anche commenti ed eventuali correzioni.

 

2 pensieri su “Sterlina d’oro Regina Elisabetta II: Quotazioni e Catalogo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *