500 lire d’argento: storia e tipologie

500 lire argento

Le 500 lire d’argento sono monete prodotte dalla Repubblica Italiana dal 1958 al 1967 in tre diverse tipologie: le Caravelle, le Unità d’Italia e le Dante Alighieri. La zecca di Roma ha coniato successivamente le monete da 500 lire dal 1982 al 2001, ma con materiale bimetallico, ossia argento e bronzo. In questo articolo parleremo solo delle 500 lire d’argento, ovvero quelle prodotte dal 1958 al 1967.

Le caratteristiche di peso e dimensioni delle 500 lire d’argento sono identiche per tutte e trelle tipologie. Ogni esemplare infatti ha un diametro di 29,3 millimetri, un pesi di 11 grammi e una presenza di argento dell’83,5%, infatti il titolo in millesimi è di 835/1000. Lo spessore della moneta è pari a 1,9 millimetri.

Inizialmente le 500 lire d’argento era destinate alla circolazione e venivano comunemente utilizzate dai cittadini italiani. Successivamente si verificò la tesaurizzazione delle 500 lire d’argento, dal momento che il valore della materia prima insita nelle monete superava il valore nominale.

Nel 1967 la zecca di Roma iniziò a produrre questi esemplari solo per i collezionisti, vendendoli a un prezzo più elevato rispetto al valore nominale. La coniazione di massa destinata alla circolazione terminò per il costo sconveniente.

Quanto valgono oggi le 500 lire d’argento? Il prezzo varia sia a seconda della quotazione dell’argento in tempo reale, sia per lo stato di conservazione della moneta, della sua rarità e della sua tipologia.

500 lire d’argento Caravelle

500 lire argento - Caravelle Compra le 500 lire caravelle

Le 500 lire d’argento Caravelle si chiamano così proprio per via del disegno sul retro della moneta, che rappresenta infatti tre caravelle che navigano verso destra. Intorno alle tre imbarcazioni possiamo notare la dicitura “REPVBBLICA ITALIANA”, mentre in basso è espresso il valore nominale della moneta d’argento, ossia 500 lire. Sotto quest’ultimo riconosciamo il segno della zecca di Roma, ovvero “R”. L’autore del disegno delle tre caravelle è Guido Veroi.

Sul dritto è invece disegnato un busto femminile in stile rinascimentale, mentre tutto intorno alla donna raffigurata sono presenti gli stemmi dei 19 capoluoghi di regione del tempo. Quest’ultimi sono gli stessi di oggi ad eccezione di Campobasso. Infatti la regione del Molise è stata istituita solo successivamente, mentre nel periodo di coniazione delle 500 lire d’argento essa era parte integrante del territorio dell’Abruzzo. L’autore del disegno sul dritto è opera di Pietro Giampaoli, il cui cognome è presente sotto il busto della donna raffigurata.

La versione proof di questa moneta è datata 1957 ed è stata coniata in 1004 esemplari. A differenza della versione bullion, le caravelle presenti sul retro hanno le vele controvento. Questi esemplari sono molto rari e possono valere anche più di 2.500€.

La versione Caravella è stata prodotta fino al 1967, ad eccezione degli anni 1961 – 1962 – 1963, dato che la zecca di Roma coniò solamente le Unità d’Italia.

500 lire d’argento Unità d’Italia

500 lire argento - unità d'italia Compra le 500 lire unità d'italia

Le 500 lire d’argento Unità d’Italia sono state coniate nel 1961 per celebrare il centenario dell’unificazione dello Stato Italiano, avvenuta nel 1861. La zecca di Roma continuerà a produrle anche nei due anni successivi, ossia nel 1962 e nel 1963.

Sul dritto della moneta d’argento è disegnata l’Italia in forma allegorica seduta su un capitello. La mano destra è protesa in avanti e tiene un ramoscello d’ulivo; nell’altra mano regge un elmo. Sotto il disegno è riconoscibile la scritta “VEROI”, autore dell’opera. Intorno all’allegoria dell”Italia troviamo la classica dicitura “REPUBBLICA ITALIANA”.

Sul rovescio delle 500 lire d’argento Unità d’Italia è incisa una quadriga, simbolo di trionfo in epoca romana. In alto vi è l’anno 1861, mentre in basso troviamo il 1961. In circolo troviamo la scritta “1° CENTENARIO VNITÀ D’ITALIA. Nella parte inferiore vi è il valore nominale e sotto di esso il segno della zecca di Roma “R”.

Di questa tipologia sono stati prodotti ben 27.120.000 esemplari.

500 lire d’argento Dante Alighieri

500 lire argento - Dante Alighieri Compra le 500 lire Dante Alighieri

Nel 1965 la zecca di Roma iniziò a produrre e mettere in circolazione le 500 lire d’argento Dante Alighieri, per celebrare il 7° centenario della sua nascita. Il Sommo Poeta è infatti considerato un simbolo della cultura italiana. La produzione di questa versione fu contemporanea a quella delle Caravelle, dunque nel 1965 troviamo due tipologie diverse di 500 lire d’argento.

Sul dritto è disegnato il profilo di Dante Alighieri, intorno a lui è incisa la scritta “REPVBBLICA ITALIANA”. Il modellista di questa moneta fu Verginelli, mentre l’incisore fu Monassi. Entrambi i nomi si trovano nella parte inferiore del dritto della moneta d’argento.

Sul rovescio c’è la Divina Commedia in forma allegorica, mentre alla sua destra vi è il segno della zecca di Roma, ossia “R”. Nella parte inferiore troviamo prima il valore nominale della moneta d’argento e poi la data 1965. nel contorno troviamo in rilievo la scritta “7° CENTENARIO DELLA NASCITA DI DANTE”.

In totale sono stati coniate 5 milioni di 500 lire d’argento dedicate a Dante Alighieri. Una curiosità è legata alle monete in versione proof di questa tipologia, che sono state regalate ai dipendenti della zecca.

500 lire d’argento come idea regalo

500 lire argento cofanetto Compra le 500 lire d'argento in cofanetto Le 500 lire d’argento possono essere un’ottima idea regalo. Regalare le 500 lire d’argento può far rivivere al destinatario una parte della storia italiana a cavallo fra gli anni ’50 e gli anni ’60.

Qualora siate indecisi sul regalo da fare per mancanza di tempo, per indecisioni personali o semplicemente perché non conoscete i gusti della persona destinataria del dono, potreste valutare l’idea di regalare queste monete d’argento, che saranno certamente gradite.

Così come l’oro, anche l’argento è un bene rifugio che protegge il vostro capitale dagli effetti dell’inflazione e può essere un buon investimento.

Regalare oro o argento a una persona cara per un matrimonio, una laurea, un compleanno o un anniversario significa regalare un investimento, dato che entrambi i metalli hanno un valore reale di mercato.

Cercando nel nostro catalogo, oltre alle singole tipologie di 500 lire selezionate in conservazione fior di conio e fornite in capsula sigillata potrete trovare anche il prezioso cofanetto che racchiude tutte e tre le tipologie esistenti sempre in conservazione fdc. Si tratta di idee regalo economiche ed originali sempre gradite, soprattutto da appassionati di collezionismo e storia.

Se invece acquistate le 500 lire in argento per singola tipologia, fornite già con la capsula sigillata, per confezionarle potete optare per le nostre abituali confezioni ovvero il cofanetto con bustina coordinata o la confezione regalo semplice.

Un pensiero su “500 lire d’argento: storia e tipologie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *