Tensioni vecchie e nuove potrebbero scuotere il mercato dell’oro

Mercato dell'oro

La quotazione dell’oro è in leggera discesa dalla nostra scorsa rilevazione, quando aveva raggiunto il massimo valore degli ultimi 10 mesi. Oggi l’oro finanziario è quotato a 1.323$ l’oncia, un livello comunque molto elevato se consideriamo l’andamento degli ultimi mesi. Il prezzo dell’oro in euro è anch’esso ripiegato, scendendo a 37.38€ al grammo.

L’oro ha ottenuto precedentemente un ottimo rialzo grazie all’aumento della domanda di beni rifugio, dei quali l’oro è considerato il maggior rappresentante. Questa settimana invece gli investitori hanno preferito essere più pazienti e attendere nuovi sviluppi. Sono infatti in corso più eventi che potrebbero condizionare il mercato dell’oro.

Lo sbocciare di vecchie e nuove tensioni e la possibile risoluzione di altre potrebbero influenzare l’andamento futuro del prezzo dell’oro. Di quali eventi stiamo parlando? Cerchiamo di fare un elenco abbastanza esauriente e semplice da comprendere.

  • Sono ormai mesi che parliamo della guerra commerciale fra Cina e Stati Uniti d’America. Da inizio 2019 è in corso una tregua e l’avvio di trattative per giungere a un accordo commerciale fra le parti. Trump aveva introdotto tariffe del 10% sui prodotti cinesi importati in America, pari a 200 miliardi di dollari, e aveva annunciato che li avrebbe alzati al 25% nel marzo del 2019. L’avanzamento positivo delle trattative ha spinto Trump prima a siglare una tregua e poi a rinviare il rialzo dei dazi. Gli investitori aspettano l’esito delle trattative per prendere una posizione definitiva sul mercato dell’oro.
  • Ad Hanoi, in Vietnam, vi è stato il secondo incontro ufficiale fra Donald Trump e Kim Jong-Un. L’obiettivo dell’incontro era siglare un accordo di denuclearizzazione del Paese asiatico e il meeting era iniziato nel migliore dei modi, con cene e sorrisi comuni. L’accordo infine non è stato trovato, sebbene il presidente USA si sia mostrato soddisfatto definendo “produttivo” tale incontro. Qualche ora dopo la notizia del mancato accordo la quotazione dell’oro ha subito un rialzo da 1.318$ l’oncia a 1.323$ l’oncia e il trend è al momento ancora in crescita.
  • India e Pakistan affrontano una battaglia aerea nei cieli del Kashmir. La tensione fra i due Paesi non è certo nuova, ma una possibile guerra in larga scala avrebbe conseguenze disastrose per le popolazioni locali e per entrambi i Paesi sia a livello economico che sociale. Il tutto potrebbe riflettersi anche sui mercati internazionale, compreso il mercato dell’oro.
  • Manca un mese alla Brexit, che salvo rinvii si concretizzerà il 29 marzo 2019. Sul tavolo delle trattative ci sono molte opzioni. Per esempio un possibile rinvio per avere più tempo sulla preparazione o sul tentativo di trovare un accordo con l’UE. Un’altra opzione è quella di un secondo referendum, a distanza di quasi 3 anni dal voto popolare che sancì la vittoria del “Leave” sul “Remain” con il 52% dei voti. Intanto la mozione di Theresa May su trattative supplementari con Bruxelles è stata accolta dal parlamento britannico.

A questi eventi aggiungiamo la conferma della Federal Reserve di essere “paziente” in merito a eventuale rialzi dei tassi di interesse nel 2019. Infatti il presidente Powell ha parlato di segnali contrastanti e di rischi dall’economia globale, in particolare da Cina ed Europa. L’oro potrebbe ottenere un rialzo in caso di deprezzamento del dollaro proprio in virtù del fatto che il metallo prezioso è negoziato sui mercati finanziari proprio con la valuta statunitense.

L’Italia nel frattempo riceve un avvertimento da parte della Commissione Europea in merito alla manovra economica, che non è ritenuta efficace per rilanciare l’economia italiana.

Parliamo ora direttamente del mercato finanziario dell’oro, osservando i grafici settimanali del prossimo paragrafo.

Mercato dell’oro sui grafici

Prezzo dell'oro in euro
Mercato dell’oro: prezzo dell’oro in euro

Il grafico appena proposto è stato estratto dal sito Bullion Vault e mostra l’andamento del prezzo dell’oro in euro. Possiamo notare che il trend è certamente discendente, ma il prezzo non ha avuto un forte ribasso. In una settimana il cambio oro euro ha perso l’1,25% passando da 37,85€ al grammo agli attuali 37,38€ al grammo.

Prezzo dell'oro in dollari
Mercato dell’oro: prezzo dell’oro in dollari

Questo grafico mostra invece il cambio oro dollaro e anche qui possiamo osservare un trend ribassista. Il calo più vistoso si è avuto proprio nel pomeriggio di giovedì scorso. Quel giorno la quotazione dell’oro è passata da 1.340$ l’oncia a 1.322$ l’oncia.

Dopo una leggera ripresa il giorno seguente l’oro si è portato fino a quota 1.333$ l’oncia, per poi mantenere un livello più o meno stabile fra 1.325$ l’oncia e 1.330$ l’oncia circa. Ieri invece c’è stato un ulteriore ribasso fino a 1.318$ l’oncia, in parte colmato con un rialzo questa mattina. In una settimana il cambio oro dollaro ha perso l’1,27%, percentuale non distante da quella del prezzo dell’oro in euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *