Quotazione dell’oro sempre più legata al dollaro

La quotazione dell’oro è in leggera sofferenza in borsa nell’ultimo periodo a causa di alcuni fattori. Principalmente il prezzo dell’oro ha subito dei ribassi per la forza del dollaro, che continua a ottenere guadagni sul mercato valutario. Attualmente il prezzo dell’oro è di 34,84€ al grammo, mentre la quotazione aurifera in borsa è di 1.251$ l’oncia.

Non è una novità che la quotazione dell’oro sia legata all’andamento del dollaro americano, ma in questo periodo la loro correlazione inversa è maggiore del solito.

In borsa l’oro è scambiato in dollari, perciò solitamente in caso di apprezzamento del primo si verifica il deprezzamento del secondo o viceversa.

Di riflesso l’oro ha quindi una correlazione positiva con l’euro, ossia spesso ottengono rialzi o ribassi nello stesso momento. Nell’ultimo periodo, e possiamo immaginare anche nel prossimo, il prezzo dell’oro ha avuto un andamento molto simile al cambio euro dollaro.

Per questa ragione, nonostante il ribasso della quotazione dell’oro in dollari, il prezzo del metallo prezioso in euro ha subito un calo solo contenuto, restando stabile sul medio e lungo periodo..

Per quale ragione la forza del dollaro è così dirompente nell’ultimo periodo? Cosa potremmo aspettarci per il prossimo futuro?

Quotazione dell’oro: il dollaro forte grazie alla Fed

Il motivo cardine del rialzo del dollaro è sicuramente dovuto alla politica monetaria della Federal Reserve, ossia la banca centrale americana. L’Istituto ha alzato i tassi di interesse, ovvero il costo del denaro negli USA, a +2% e ha intenzione di incrementarli altre due volte nel corso di quest’anno e di altre tre nel 2019.

In termini numerici, se considerassimo la stessa entità dei rialzi avuti sinora (+0,25%) potremmo presupporre che i tassi di interesse a fine 2019 potrebbero arrivare a +3,25%. Ciò si potrebbe concretizzare in un maggiore interesse sul dollaro americano da parte degli investitori, data la crescita che potrebbe ottenere la valuta statunitense.

Federal Reserve – la quotazione dell’oro potrebbe dipendere dalle sue scelte

Un dollaro in crescita potrebbe colpire la quotazione dell’oro e di tutti gli altri metalli come anche l’argento. L’oro è conosciuto da tutti come il bene rifugio per eccellenza, dato che in casi di crisi economica e geopolitica acquista valore grazie ai numerosi acquisti.

Nonostante le minacce di imposizione di dazi e quindi l’avvio di una guerra commerciale che potrebbe coinvolgere gli Stati Uniti, il Messico, il Canada, la Cina e l’Unione Europea, il bene rifugio preferito dagli investitori non è stato l’oro, bensì proprio il dollaro americano, in particolar modo per via della politica monetaria della Federal Reserve.

Tra gli investitori a scommettere su un futuro rialzo notevole del dollaro sono stati soprattutto gli hedge fund, ossia i fondi speculativi, che hanno deciso di trarre profitto del rialzo dell’oro a partire dal 2016 chiudendo le loro posizioni di acquisto.

Prezzo dell’oro: perché non bisogna preoccuparsi troppo?

Leggendole analisi e le mosse degli investitori dell’ultimo periodo sembra che il prezzo dell’oro sia destinato a scendere, ma non è davvero così. In finanza infatti nulla è certo. Soprattutto quando si parla di mercato valutario e azionario la volatilità è alta e frequenti sono i cambi di trend.

L’oro ha la caratteristica di essere un asset stabile ed in grado di reggere l’urto di situazioni poco favorevoli, come quella che sta vivendo ora. Il dollaro, così come l’euro e le altre valute, non ha invece la stessa caratteristica e in caso di condizioni economiche avverse potrebbe subire delle perdite.

Ci sono due principali ragioni che ci spingono ad affermare che non bisogna preoccuparsi eccessivamente dell’ultimo calo della quotazione dell’oro.

Cambio euro dollaro

Cambio euro dollaro

La prima è relativa al cambio EUR/USD. Come possiamo vedere dall’immagine esso si è avvicinato più volte a quota 1,15 senza mai superarla. Questa soglia è considerata un supporto fondamentale e non è affatto scontato che il dollaro abbia la forza necessaria per superarlo.

Come già spiegato in precedenza, avendo l’euro una correlazione positiva con l’oro, anche la quotazione di quest’ultimo potrebbe giovarne.

In Italia il prezzo dell’oro fisico da investimento è in euro

Quotazione dell’oro su Bullion Vault

Se anche la quotazione dell’oro in borsa (quindi in dollari) dovesse scendere poco importerebbe a chi ha acquistato oro fisico da investimento in Italia. Infatti il prezzo dell’oro in Italia è espresso in euro, dunque gli investitori focalizzano la propria attenzione sul prezzo dell’oro.

Dall’immagine possiamo notare che da aprile il prezzo dell’oro è cresciuto per poi tornare ai livelli iniziali. Non c’è stato un vero e proprio calo, possiamo definirlo invece un trend laterale. Anche se è evidente che a giugno la quotazione dell’oro abbia perso leggermente terreno.

Continueremo a monitorare la quotazione dell’oro ogni settimana per tenervi aggiornati sulle novità che la riguardano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *