Comprare Bitcoin o Comprare Oro: la criptovaluta è davvero l’oro digitale?

Comprare Bitcoin

Comprare Bitcoin si è rivelato soprattutto nell’ultimo anno uno degli affari più fruttuosi.
Il 2017 è stato l’anno dell’esplosione delle criptovalute, molte di loro hanno avuto performance da capogiro. In particolare proprio il Bitcoin ha sfiorato il valore di 20.000 dollari, mentre Ethereum è cresciuto del 9.835% e Ripple del 20.503%.

L’oro nell’anno appena trascorso ha aumentato il proprio valore del 13%, ma allora perché converrebbe investire in questo anziché nelle criptovalute?

Cercheremo di spiegarlo di seguito portando alcune valutazioni contro l’investimento in Bitcoin e altre a favore invece di quello in oro.

L’alta volatilità del Bitcoin e la stabilità dell’oro

Stabilire il valore del Bitcoin e delle altre criptovalute è piuttosto difficile. Ciò è dovuto l’alta volatilità a cui è sottoposto. Esso può variare drasticamente anche nel giro di qualche ora non permettendo una rilevazione esatta. Inoltre le notizie riguardanti il Bitcoin influenzano pesantemente l’andamento del suo prezzo.

Infatti alla notizia della chiusura da parte di Cina e Corea del Sud degli exchange delle criptovalute (le piattaforme dove è possibile acquistarle e venderle) il Bitcoin e le altre monete digitali hanno subito un crollo. In alcuni casi ha portato al dimezzamento del loro valore. Il mercato asiatico rappresenta uno dei più grandi del mondo delle criptovalute. Dunque l’influenza dei governi di Pechino e Seul risulta determinante sull’andamento del prezzo delle monete digitali.

Comprare Bitcoin e investire a lungo termine su un prodotto che ha un valore così volatile e così poco stabile può risultare molto rischioso. Non è remota la possibilità che i risparmi degli investitori vadano in fumo in davvero poco tempo.

Il prezzo dell’oro è invece fortemente stabile sia in caso di rialzi che di ribassi. L’investimento risulta essere quindi al riparo dalle fluttuazioni a cui spesso è soggetto il mercato. Proprio per la sua stabilità i paesi più industrializzati del pianeta comprano oro come garanzia per i propri debiti con il Fondo Monetario Internazionale (FMI).

Per questo motivo l’oro è anche definito il “bene rifugio per eccellenza”. In caso di crisi economiche, ma anche di crisi del dollaro, che è la valuta con cui esso viene direttamente scambiato. Gli investitori si affidano proprio all’oro per proteggere i loro risparmi.

La fisicità dell’oro e l’incognita del Bitcoin

L’oro oltre ad essere un prodotto finanziario molto comune è anche una materia prima esistente in natura con una sua utilità pratica. La sua domanda quindi difficilmente tenderà al ribasso, anche considerando il fatto che in natura è presente solo in quantità limitata.

L’oro è comunemente utilizzato per realizzare ornamenti nel settore della gioielleria. E’ anche un ottimo conduttore di energia elettrica. Grazie alle sue proprietà è possibile realizzare fili molto sottili, per questa ragione il metallo giallo viene usato nei microcircuiti. Esso per esempio è presente nei cellulari e nei personal computer. Sicuramente con l’avanzamento tecnologico la domanda di oro come conduttore di energia elettrica aumenterà, così come il suo valore.

Se da una parte l’oro fisico ha alcune funzioni e può essere toccato e maneggiato, dall’altra parte il Bitcoin esiste solo nel web, dunque solo virtualmente. Esso viene considerato dagli addetti ai lavori delle criptovalute come “oro digitale”relegandogli il ruolo di bene rifugio di quel settore, ma considerando la fluttuazione del suo valore questa definizione è altamente contestabile.

Già alcune entità giuridiche hanno fornito al Bitcoin lo status di commodity (dunque al pari di petrolio e i metalli), come Abu Dhabi, la capitale degli Emirati Arabi Uniti. Il CME Group Inc. (Chicago Mercantile Exchange & Chicago Board of Trade), che è un’azienda che opera nello scambio di future e derivati, ha lanciato i futures del Bitcoin e sembra che anche a Wall Street stiano pensando una mossa simile.

Per funzionare davvero come buon investimento a lungo termine il Bitcoin avrebbe bisogno di una legittimazione. Quindi avere una sua utilità pubblica e non essere circoscritto solamente al web. Attualmente oltre alla speculazione sul suo valore, una delle poche utilità del bitcoin è quella di essere il tramite tra le valute tradizionali e le nuove criptovalute.

L’ipotesi che il Bitcoin sia una bolla speculativa

A paventare l’ipotesi che il bitcoin sia una bolla finanziaria sono autorevoli protagonisti della finanza. Uno su tutti lo scorso settembre Jamie Dimon, amministratore delegato di Jp Morgan Chase, la famosa banca d’affari americana. Sebbene recentemente si sia pentito delle sue dichiarazioni, dove definitiva la criptovaluta una “frode”, la possibilità che il Bitcoin sia una bolla speculativa non è del tutto cessata.

Una bolla finanziaria nasce quando l’eccesso di domanda, dovuto all’euforia di molti investitori per un nuovo prodotto, porta il valore di un titolo alle stelle. È ciò che è successo proprio al Bitcoin che da meno di $10 del 2012 è passato a quasi $20.000 a dicembre del 2017.

Quando una bolla speculativa scoppia, un titolo dovrebbe tornare al valore di partenza, come avvenne nel XVII secolo con la bolla dei tulipani, da molti analisti comparata a quella ipotetica del Bitcoin. La criptovaluta è già tornata sotto soglia 10.000 dollari, sostanzialmente più che dimezzando il proprio valore in un solo mese e mezzo.

È ancora presto per definirla bolla speculativa, ma di certo oggi comprare bitcoin non può rappresentare un investimento sicuro, dato che il suo valore potrebbe crollare da un momento all’altro.

Comprare Bitcoin equivale dunque a comprare oro?

In conclusione possiamo definire l’oro un buon investimento a lungo termine che può garantire un soddisfacente margine di sicurezza, mettendo i risparmi anche al riparo dai rischi dell’inflazione e da eventuali nuove crisi economiche. Investire sul Bitcoin significa invece accettare un rischio simile al gioco d’azzardo o a un biglietto alla lotteria.

se ti interessa approfondire i motivi per cui investire in oro leggi anche qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.