Krugerrand: storia della prima moneta da 1 oncia d’oro

krugerrand

Il Krugerrand è una moneta d’oro del Sudafrica prodotta dalla Rand Refinery, ossia dalla zecca sudafricana. Tale moneta ha un valore storico e nazionale molto rilevante per varie ragioni che vedremo insieme in questo articolo, dove vi racconteremo le sue particolarità. Oggi il Krugerrand è una delle monete d’oro più apprezzate a livello mondiale ed è anche una delle più vendute.

Il Krugerrand fu coniato a partire dal 1967, inizialmente con l’unico taglio da 1 oncia d’oro, e fu in assoluto la prima moneta al mondo comprendente questa quantità d’oro. La ragione principale che spinse la Rand Refinery a coniare il Krugerrand fu l’interesse da parte dello Stato di esportare in tutto il mondo l’oro sudafricano.

Il Sudafrica infatti da sempre aveva assunto una certa popolarità grazie alle miniere d’oro ivi presenti e incentivò la colonizzazione bianca in queste regioni, in particolare nel Transvaal, nel nord-est del Paese. Infatti dopo l’occupazione britannica della Colonia del Capo i boeri, ossia i discendenti dei primi coloni olandesi in Sudafrica, decisero di emigrare verso nord formando alcune repubbliche indipendenti, come lo Stato Libero di Orange, la Repubblica del Transvaal, la Repubblica di Natalia, lo Stellaland.

Queste nuove terre erano però ricche di diamanti e oro e certamente fecero gola all’Impero Britannico, che era desideroso di espandere il proprio dominio in Sudafrica. Con la fine delle guerre boere la Gran Bretagna nel 1902 completò la conquista del Sudafrica.

Perché “Krugerrand”?

Paul Kruger

Tornando al Krugerrand possiamo domandarci il perché di questa denominazione. Essa è una parola composta da Kruger e rand. Se rand non è altro che la valuta nazionale del Sudafrica, Kruger ha invece una valenza storica fondamentale per il Paese sudafricano.

Paul Kruger fu infatti il 5° presidente del Transvaal e guidò i Boeri nella seconda guerra boera contro l’Impero britannico con l’ausilio dello Stato Libero dell’Orange. Nonostante la sconfitta e la successiva annessione delle repubbliche boere alla Gran Bretagna, Kruger è oggi considerato uno dei personaggi storici più influenti del Sudafrica e leader della resistenza contro la dominazione inglese.

L’avvento dell’apartheid

Il Krugerrand ottenne inizialmente un grande successo, che portò la zecca di Pretoria a incrementarne la produzione. Si passò dalle 40.000 unità del 1967 alle circa 211.000 del 1970, per poi arrivare a 3,4 milioni di esemplari nel 1974 e circa 6 milioni nel 1978.

Il regime di segregazione razziale, chiamato apartheid, che si verificò dal 1948 al 1990 condizionò però l’esportazione del Krugerrand. Già a partire dagli anni settanta molti Stati del mondo occidentale decisero di sanzionare il regime di apartheid vietando l’importazione dei prodotti sudafricani, compreso il Krugerrand. La produzione quindi di conseguenza scese.

La fine del boicottamento si ebbe nel 1990, quando fu scarcerato Nelson Mandela, che divenne poi presidente del Sudafrica nel 1994.

Avendo corso legale, il Krugerrand poteva essere acquistato anche nei Paesi, tra cui l’italia e gli Stati Uniti d’America, dove era vietato possedere oro fisico.

Krugerrand Oro: Caratteristiche e tagli

Krugerrand Oro Tagli

Inizialmente il Krugerrand oro aveva un unico taglio da 1 oncia d’oro, ma dato che la sua purezza è del 91,67% (22 carati), il suo peso totale è superiore a 1 oncia troy. Il restante 8,33% è composto da rame, che fornisce alla moneta il suo caratteristico colore tendente al rosso.

Successivamente la Rand Refinery decise di coniare anche tagli da 1/2 oz, da 1/4 oz e da 1/10 oz , di seguito riportiamo la tabella con le caratteristiche.

Contenuto in oro in once Peso in grammi Contenuto in oro in grammi Purezza 1,000 Diametro in mm Spessore in mm
1 33,93 31,10 0,917 32,61-32,67 2,74-2,84
1/2 16,96 15,55 0,917 26,93-27,07 2,12-2,21
1/4 8,48 7,77 0,917 21,94-22,06 1,79-1,89
1/10 3,39 3,11 0,917 16,45-16,55 1,25-1,35

Sul dritto della moneta d’oro troviamo il volto di Paul Kruger, mentre il nome della nazione è impresso sia in afrikaans “Suid-Afrika” sia in inglese “South Africa”.

Sul rovescio sono raffigurati due simboli del Sud-Africa: una gazzella (lo springbok) nel suo atteggiamento caratteristico di salto, mentre in basso, nell’arido terreno tipico del sud-africa si distingue nettamente un’aloe, pianta tipica di quelle zone. L’anno di coniazione è diviso in due parti, le prime due cifre a sinistra dello springbok, mentre le restanti due alla destra dell’animale. In basso troviamo il peso in oro del Krugerrand e la sua purezza in afrikaans e in inglese: “FYN GOUD 1 OZ FINE GOLD” per l’esemplare da 1 oz, ovviamente il peso in once varia a seconda del taglio in questione.

Il Krugerrand d’argento

 

krugerrand argento
Nel 2017 il Krugerrand compì 50 anni e per l’occasione la Rand Refinery decise di iniziare a produrre anche il Krugerrand d’argento. La purezza d’argento è però del 99,99% (24 carati), dunque diversa rispetto al Krugerrand d’oro.

Precedentemente sono circolati esemplari falsi di Krugerrand d’argento, senza alcun valore legale e non ufficiali. A partire dal 2017, però, anche la storica moneta sudafricana può pregiarsi del suo esemplare in argento, che conserva lo stesso design della moneta d’oro, ma ha un diametro maggiore, ovvero pari a 38,72 mm.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *